Shopping cart
€0,00

LA PERDITA DEI CAPELLI – CAUSE E RIMEDI NATURALI

Caduta dei Capelli

La Perdita dei capelli: Cause e Rimedi Naturali

La perdita dei capelli è un problema che può colpire uomini e donne di tutte le età. Si stima che circa il 40% degli uomini e il 25% delle donne soffrano di questo problema, per una serie di fattori, tra cui:

Alopecia: può essere di natura androgenetica  o ereditaria ed è la forma più comune di caduta dei capelli.
Ormoni: i cambiamenti ormonali, come quelli che si verificano durante la menopausa, possono portare alla caduta dei capelli.
Stress: lo stress può influire negativamente sulla salute dei capelli, provocandone la caduta.
Dieta: una dieta squilibrata, povera di nutrienti essenziali, può contribuire alla caduta dei capelli.
Patologie: alcune patologie, come la tiroide, possono causare la caduta dei capelli.
Terapie mediche: alcuni farmaci, come i chemioterapici, possono causare la caduta dei capelli.

Nutrienti per la salute dei capelli

Esistono alcuni nutrienti che sono essenziali per la salute dei capelli e che possono aiutare a prevenire la caduta dei capelli. Presi singolarmente forniscono un miglioramento estremamente limitato, mentre se combinati in modo appropriato si riescono a notare risultati ottimi sin dalle prime due settimane. Questi nutrienti includono:

Vitamine del gruppo B: le vitamine del gruppo B, in particolare la biotina, la vitamina B6 e la vitamina B12, sono importanti per la crescita dei capelli. Una dieta ricca di alimenti ricchi di vitamine del gruppo B, come cereali integrali, frutta, verdura e legumi, può aiutare a prevenire la caduta dei capelli.

Zinco: lo zinco è un minerale essenziale per la salute dei capelli. Una dieta ricca di alimenti ricchi di zinco, come carne, pesce, latticini, cereali integrali e legumi, può aiutare a prevenire la caduta dei capelli.

Selenio: il selenio è un minerale che ha proprietà antiossidanti. Gli antiossidanti aiutano a proteggere i capelli dai danni causati dai radicali liberi. Una dieta ricca di alimenti ricchi di selenio, come noci, semi, cereali integrali e pesce, può aiutare a prevenire la caduta dei capelli.

Cisteina e metionina

La cistina e la metionina sono due aminoacidi essenziali, il che significa che devono essere assunti con la dieta. Sono essenziali per la produzione di cheratina, una proteina presente nella struttura dei capelli.

La cistina è un aminoacido solforato, il che significa che contiene zolfo. Lo zolfo è importante per la struttura della cheratina, conferendole forza e resistenza. La cistina aiuta anche a proteggere i capelli dai danni causati dai radicali liberi.

La metionina è un altro aminoacido solforato. È importante per la produzione di cheratina e per la sintesi della carnitina, una sostanza che aiuta a trasportare i grassi nelle cellule. La metionina aiuta anche a proteggere i capelli dai danni causati dallo stress ossidativo.

Acido folico
L’acido folico è una vitamina del gruppo B che è importante per la crescita cellulare. L’acido folico è essenziale per la produzione di nuove cellule di capelli, comprese le cellule della matrice, che sono responsabili della crescita dei capelli.

Rame
Il rame è un minerale che aiuta a mantenere la pigmentazione dei capelli. Il rame è necessario per la produzione di melanina, il pigmento che conferisce ai capelli il loro colore.

Vitamina PP
La vitamina PP, nota anche come niacina, è una vitamina del gruppo B che aiuta a proteggere i capelli dai danni causati dai radicali liberi. I radicali liberi sono molecole instabili che possono danneggiare le cellule, compresi i capelli.

Betaglucani d’avena
I betaglucani d’avena sono fibre solubili che si trovano nell’avena. I betaglucani d’avena hanno proprietà antiossidanti e antinfiammatorie che possono aiutare a proteggere i capelli dai danni.

Ferro
Il ferro è un minerale essenziale per la salute generale. Il ferro è necessario per la produzione di emoglobina, una proteina che trasporta l’ossigeno nel sangue. La carenza di ferro può determinare la caduta dei capelli che diventano più deboli e sfibrati perché privati dell’ossigeno e di alcune componenti importanti della loro struttura come il ferro e le proteine.

Fungo Reishi
Il fungo reishi, noto anche come Ganoderma lucidum, è un fungo medicinale che viene utilizzato nella medicina tradizionale cinese da secoli. Il fungo reishi ha una serie di proprietà benefiche per la salute, tra cui:
Proprietà antiossidanti: il fungo reishi è ricco di polifenoli, sostanze che hanno proprietà antiossidanti. Gli antiossidanti aiutano a proteggere le cellule dai danni causati dai radicali liberi.
Proprietà antinfiammatorie: il fungo reishi ha proprietà antinfiammatorie. Le infiammazioni croniche possono contribuire alla caduta dei capelli.
Proprietà immunostimolanti: il fungo reishi ha proprietà immunostimolanti. Un sistema immunitario sano è importante per la salute generale, compresa la salute dei capelli.
Alleato dei capelli: l’utilizzo costante di integratori alimentari contenenti estratto standardizzato di Reishi sembrerebbe agire sull’alopecia contrastando le conversioni delll’ormone testosterone in diidrotestosterone (DHT), quest’ultimo responsabile dell’alopecia androgenetica (AGA).

COME ASSUMERLI? E IN CHE QUANTITÀ?
L’unica formulazione così completa, in Italia, è rappresentata da Krinesia!
Krinesia è l’equivalente di più di 10 anni di studi, osservazioni scientifiche e metanalisi.
Krinesia è un integratore alimentare naturale in formulazione compresse, che contrasta la caduta dei capelli, ma migliora anche la qualità di pelle e la velocità di crescita delle unghie.
Cliccando sul link, potrai accedere al Kit completo, con l’aggiunta della Lozione Krinesia, e SOLO per questo mese potrai ricevere:
– 10€ di sconto con il codice KRINESIA sul kit completo;
– Una video consulenza gratuita con un nostro professionista;
– Assistenza continua da parte di un nostro Biologo.

Non perdere questa offerta! 

Kit Cura e Benessere Capelli

Acquisto su Amazon:

 

Fonti scientifiche:
Pizzino G, Irrera N, Cucinotta M, Pallio G, Mannino F, Arcoraci V, Squadrito F, Altavilla D, Bitto A. Oxidative Stress: Harms and Benefits for Human Health. Oxid Med Cell Longev. 2017;2017:8416763. doi: 10.1155/2017/8416763. Epub 2017 Jul 27. PMID: 28819546; PMCID: PMC5551541.

Suzuki T. Regulation of the intestinal barrier by nutrients: The role of tight junctions. Anim Sci J. 2020 Jan-Dec;91(1):e13357. doi: 10.1111/asj.13357. PMID: 32219956; PMCID: PMC7187240.

Salehi B, Mishra AP, Nigam M, Sener B, Kilic M, Sharifi-Rad M, Fokou PVT, Martins N, Sharifi-Rad J. Resveratrol: A Double-Edged Sword in Health Benefits. Biomedicines. 2018 Sep 9;6(3):91. doi: 10.3390/biomedicines6030091. PMID: 30205595; PMCID: PMC6164842.

Gillessen A, Schmidt HH. Silymarin as Supportive Treatment in Liver Diseases: A Narrative Review. Adv Ther. 2020 Apr;37(4):1279-1301. doi: 10.1007/s12325-020-01251-y. Epub 2020 Feb 17. PMID: 32065376; PMCID: PMC7140758.

Velussi M, Cernigoi AM, De Monte A, Dapas F, Caffau C, Zilli M. Long-term (12 months) treatment with an anti-oxidant drug (silymarin) is effective on hyperinsulinemia, exogenous insulin need and malondialdehyde levels in cirrhotic diabetic patients. J Hepatol. 1997;26(4):871–879. doi: 10.1016/S0168-8278(97)80255-3.

Lucena MI, Andrade RJ, de la Cruz JP, Rodriguez-Mendizabal M, Blanco E, Sanchez de la Cuesta F. Effects of silymarin MZ-80 on oxidative stress in patients with alcoholic cirrhosis. Results of a randomized, double-blind, placebo-controlled clinical study. Int J Clin Pharmacol Ther. 2002;40(1):2–8. doi: 10.5414/CPP40002.

Muzes G, Deak G, Lang I, Nekam K, Niederland V, Feher J. Effect of silimarin (Legalon) therapy on the antioxidant defense mechanism and lipid peroxidation in alcoholic liver disease (double blind protocol) Orv Hetil. 1990;131(16):863–866.

Vetvicka V, Garcia-Mina JM, Proctor M, Yvin JC. Humic acid and glucan: protection against liver injury induced by carbon tetrachloride. J Med Food. 2015;18(5):572–7.

Sun SS, Wang K, Ma K, Bao L, Liu HW. An insoluble polysaccharide from the sclerotium of Poria cocos improves hyperglycemia, hyperlipidemia and hepatic steatosis in ob/ob mice via modulation of gut microbiota. Chin J Nat Med. 2019;17(1):3–14.

Nakashima A, Sugimoto R, Suzuki K, Shirakata Y, Hashiguchi T, Yoshida C, et al. Anti-fibrotic activity of Euglena gracilis and paramylon in a mouse model of non-alcoholic steatohepatitis. Food Sci Nutr. 2019;7(1):139–47.

Suchecka D, Harasym J, Wilczak J, Gromadzka-Ostrowska J. Attività epato- e gastro-protettiva dell’avena purificata 1–3, 1–4-beta-d-glucani di diverso peso molecolare . Int J Biol Macromol . 2016; 91 : 1177–85.

Siddiqui S, Ahmad R, Khan MA, Upadhyay S, Husain I, Srivastava AN. Cytostatic and Anti-tumor Potential of Ajwa Date Pulp against Human Hepatocellular Carcinoma HepG2 Cells. Sci Rep. 2019;9(1):245.

Elsonbaty SM, Zahran WE, Moawed FS. Gamma-irradiated beta-glucan modulates signaling molecular targets of hepatocellular carcinoma in rats. Tumour Biol. 2017;39(8):1010428317708703.

Angelica Kuria, Xin Fang, Mei Li, Hedong Han, Jia He, Jan Olav Aaseth & Yang Cao (2020) Does dietary intake of selenium protect against cancer? A systematic review and meta-analysis of population-based prospective studies, Critical Reviews in Food Science and Nutrition, 60:4, 684-694, DOI: 10.1080/10408398.2018.1548427.

Cai, X., Wang, C., Yu, W. et al. Selenium Exposure and Cancer Risk: an Updated Meta-analysis and Meta-regression. Sci Rep 6, 19213 (2016). https://doi.org/10.1038/srep19213.

Kil MS, Kim CW, Kim SS. Analysis of serum zinc and copper concentrations in hair loss. Ann Dermatol. 2013 Nov;25(4):405-9. doi: 10.5021/ad.2013.25.4.405. Epub 2013 Nov 30. PMID: 24371385; PMCID: PMC3870206.

Desai S.C., Sheth R.A., Udani P.M.: “Nutrition and hair anomalies” in: Orfanos C.E.,Montagna W., Stuttgen G. (Eds) “Hair Research” Springer-Verlag, New York, 1981: 257-265.

Bologna Mauro: “Manuale Merck” E.S.I. Bologna, 1984: 921-1225.

Marliani A. et al: “I Capelli” Etruria Medica, Firenze, 1989: 117-132.

Andreassi L. “Ipoalimentation and skin” Min. Derm. 1965; 40:205.

Sissi Wachtel-Galor et al. – Herbal Medicine: Biomolecular and Clinical Aspects. 2nd edition – https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK92757/

Dorothy McMeekin – The perception of Ganoderma lucidum in Chinese and Western culture – https://www.sciencedirect.com/science/article/abs/pii/S0269915X04004069

X Bao et al. – Structural and immunological studies of a major polysaccharide from spores of Ganoderma lucidum (Fr.) Karst – https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/11403089/

Yihuai Gao et al. – Effects of ganopoly (a Ganoderma lucidum polysaccharide extract) on the immune functions in advanced-stage cancer patients – https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/12916709/

Wenbo Tang et al. – A randomized, double-blind and placebo-controlled study of a Ganoderma lucidum polysaccharide extract in neurasthenia – https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/15857210/

Almohanna HM, Ahmed AA, Tsatalis JP, Tosti A. The Role of Vitamins and Minerals in Hair Loss: A Review. Dermatol Ther (Heidelb). 2019 Mar;9(1):51-70. doi: 10.1007/s13555-018-0278-6. Epub 2018 Dec 13. PMID: 30547302; PMCID: PMC6380979.

González-Saldivar G, Rodríguez-Gutiérrez R, Ocampo-Candiani J, González-González JG, Gómez-Flores M. Skin Manifestations of Insulin Resistance: From a Biochemical Stance to a Clinical Diagnosis and Management. Dermatol Ther (Heidelb). 2017 Mar;7(1):37-51. doi: 10.1007/s13555-016-0160-3. Epub 2016 Dec 5. PMID: 27921251; PMCID: PMC5336429.

Grymowicz M, Rudnicka E, Podfigurna A, Napierala P, Smolarczyk R, Smolarczyk K, Meczekalski B. Hormonal Effects on Hair Follicles. Int J Mol Sci. 2020 Jul 28;21(15):5342. doi: 10.3390/ijms21155342. PMID: 32731328; PMCID: PMC7432488.

Consigli
Articolo precedente
LA PERDITA DEI CAPELLI – CAUSE E RIMEDI NATURALI
Articolo successivo
Stanchezza dopo influenza: come recuperare le energie?
Verified by MonsterInsights