Shopping cart
€0,00

Reflusso gastroesofageo bambini: cause e rimedi

Il reflusso gastroesofageo (GER) nei neonati è una condizione comune che può causare preoccupazione ai genitori. In questo video, insieme al biologo Luca Balletta e la dottoressa Ottavia Sorace esploreremo tutto ciò che c’è da sapere sul GER nei neonati: dalle sue possibili cause alla gestione efficace dei sintomi.

Differenza tra rigurgito e reflusso gastroesofageo

Il rigurgito, spiegano, è un fenomeno comune e fisiologico nei neonati, caratterizzato dall’emissione di piccole quantità di latte dopo le poppate. Tuttavia, è importante distinguere il rigurgito dal reflusso gastroesofageo, che è un disturbo più grave e può causare sintomi più intensi e persistenti.

Il reflusso vero e proprio è caratterizzato da sintomi inequivocabili, come il vomito a fontana o il pianto persistente, soprattutto nelle ore notturne. Questi sintomi indicano che il contenuto dello stomaco risale nell’esofago in modo eccessivo e può causare disagio al neonato.

Sintomi e segni del reflusso gastroesofageo nei neonati

Tra i sintomi più comuni del reflusso nei neonati ci sono il vomito dopo le poppate e il pianto persistente, specialmente durante le ore notturne. Questi sintomi possono indicare un’eccessiva risalita del contenuto dello stomaco nell’esofago, causando disagio e irritazione.

Inoltre, i neonati affetti da reflusso gastroesofageo possono mostrare segni di irrequietezza e disagio durante e dopo le poppate. Possono sembrare disinteressati al cibo o manifestare sintomi di malessere come irritabilità e difficoltà a dormire.

Cause e rischi associati al reflusso nei neonati

Una delle principali cause del reflusso gastroesofageo nei neonati è l’immaturità dei muscoli esofagei. Nei neonati, i muscoli che controllano il passaggio del cibo dall’esofago allo stomaco non sono completamente sviluppati, il che può causare un’apertura non adeguata del cardias, consentendo al contenuto gastrico di risalire nell’esofago.

In alcuni casi, il reflusso gastroesofageo nei neonati può essere associato anche a allergie alimentari, in particolare alle proteine del latte materno o delle formule per lattanti. Queste allergie possono causare infiammazione e irritazione dell’esofago, contribuendo al reflusso.

I rischi associati al reflusso gastroesofageo nei neonati includono la possibilità di complicanze gravi come l’esofago di Barrett, una condizione in cui il rivestimento dell’esofago si trasforma in tessuto simile a quello dello stomaco, aumentando il rischio di sviluppare tumori esofagei nel tempo.

Strategie di gestione del reflusso gastroesofageo nei neonati

Una delle strategie principali è quella di adottare poppate scarse ma frequenti. Questo approccio può aiutare a ridurre la quantità di cibo nello stomaco del neonato, limitando così la probabilità di reflusso.

Inoltre, è consigliabile posizionare il neonato in modo verticale dopo ogni poppata. Questo favorisce il drenaggio dello stomaco e aiuta a prevenire il reflusso del contenuto gastrico nell’esofago.

Durante il sonno notturno, è importante posizionare il neonato in modo confortevole per favorire il riposo e ridurre il rischio di reflusso. Utilizzare cuscini sotto il materassino della culla o del lettino può essere utile per mantenere il neonato in una posizione leggermente inclinata, facilitando il drenaggio dello stomaco.

Consultare il pediatra è fondamentale per valutare l’uso di prodotti specifici o integratori che possono aiutare a ridurre i sintomi del reflusso gastroesofageo nei neonati. Questi prodotti possono includere integratori a base di aloe vera e zenzero, che possono contribuire a ridurre l’infiammazione e migliorare la digestione. Uno di questi è Esogel prodotto fortemente consigliato per il trattamento del reflusso nei neonati e non.

reflusso gastroesofageo

Esogel è uno sciroppo per reflusso gastroesofageo bambini: è un integratore alimentare a base di Sodio jaluronato, Aloe vera, Emblica officinale e Zenzero, la cui azione sinergica contribuisce al controllo dell’acidità gastrica e svolge un’azione lenitiva sul sistema digerente. In particolare lo Zenzero aiuta la digestione difficile e allevia la sensazione di pancia gonfia e gonfiore addominale.

Grazie alla presenza di Aloe VeraAcido Ialuronico e Emblica Officinale, l’integratore antireflusso per bambini Esogel sciroppo si rivela particolarmente utile come antiacido per un corretto funzionamento degli enzimi digestivi, come antinfiammatorio naturale in grado di ridurre il bruciore di stomaco.

 

Acquista su Amazon

Contattaci

Non categorizzato
Articolo precedente
Reflusso gastroesofageo neonati: cosa fare?
Articolo successivo
Reflusso gastroesofageo: 5 errori comuni
Verified by MonsterInsights